mercoledì 12 aprile 2017

Albo d'oro F1: 1990

Il 1990 segnò l'apice della battaglia tra Ayrton Senna e Alain Prost, ancora una volta sul tracciato di Suzuka: memore dell'amaro epilogo della stagione precedente, il brasiliano concretizzò la sua vendetta speronando il rivale francese (passato in Ferrari al posto di Gerhard Berger, a sua volta ceduto al team Mclaren) e conquistando il suo secondo iride subito dopo la partenza, grazie al vantaggio accumulato nella fase iniziale del Campionato.

Suzuka, 1990 - Senna vs Prost

Ulteriore punto a sfavore del 'Professore' fu il rapporto non idilliaco con il nuovo compagno di squadra Nigel Mansell, mai incline al ruolo di seconda guida. Un caso esemplare del pessimo clima creatosi in casa Ferrari avvenne nel Gran Premio del Portogallo, dove la coppia del Cavallino Rampante si ostacolò al via ottenendo come risultato un doppio sorpasso da parte di Berger e Senna.
Ottima stagione anche per Benetton (due successi per Nelson Piquet in Giappone e Australia) e Williams (un successo a testa per Patrese e Boutsen), al terzo e quarto posto nel Campionato Costruttori. Il brasiliano Piquet beneficiò particolarmente della competitività della sua monoposto nella parte finale dell'annata, risalendo la classifica e guadagnando una considerevole cifra in virtù del contratto 'a punti' siglato con il team anglo-italiano.

Campionato Piloti:


Ayrton Senna vince il suo secondo titolo
1 - Ayrton Senna (Mclaren): 78 Punti
2 - Alain Prost (Ferrari): 71 (73) Punti
3 - Nelson Piquet (Benetton): 43 (44) Punti
4 - Gerhard Berger (Mclaren): 43 Punti
5 - Nigel Mansell (Ferrari): 37 Punti
6 - Thierry Boutsen (Williams): 34 Punti
7 - Riccardo Patrese (Williams): 23 Punti
8 - Alessandro Nannini (Benetton): 21 Punti
9 - Jean Alesi (Tyrrell): 13 Punti
10 - Ivan Capelli (Leyton House): 6 Punti
11 - Roberto Moreno (EuroBrun/Benetton): 6 Punti
12 - Aguri Suzuki (Larrousse): 6 Punti
13 - Eric Bernard (Larrousse): 5 Punti
14 - Derek Warwick (Lotus): 3 Punti
15 - Satoru Nakajima (Tyrrell): 3 Punti
16 - Alex Caffi (Footwork): 2 Punti
17 - Stefano Modena (Brabham): 2 Punti
18 - Mauricio Gugelmin (Leyton House): 1 Punto
19 - Nicola Larini (Ligier): 0 Punti
20 - Martin Donnelly (Lotus): 0 Punti
21 - Pierluigi Martini (Minardi): 0 Punti
22 - Gregor Foitek (Brabham/Onyx): 0 Punti
23 - Philippe Alliot (Ligier): 0 Punti
24 - Michele Alboreto (Footwork): 0 Punti
25 - Yannick Dalmas (AGS): 0 Punti
26 - Emanuele Pirro (Scuderia Italia): 0 Punti
27 - Andrea De Cesaris (Scuderia Italia): 0 Punti
28 - Paolo Barilla (Minardi): 0 Punti
29 - JJ Lehto (Onyx): 0 Punti
30 - Bernd Schneider (Footwork): 0 Punti
31 - Olivier Groulliard (Osella): 0 Punti
32 - Gabriele Tarquini (AGS): 0 Punti
33 - Gianni Morbidelli (Scuderia Italia/Minardi): 0 Punti
34 - David Brabham (Brabham): 0 Punti
NC - Stefan Johansson (Onyx): 0 Punti
NC - Johnny Herbert (Lotus): 0 Punti
NC - Bertrand Gachot (Coloni): 0 Punti
NC - Claudio Langes (EuroBrun): 0 Punti
NC - Bruno Giacomelli (Life): 0 Punti
NC - Gary Brabham (Life): 0 Punti


Campionato Costruttori:


Terzo titolo costruttori consecutivo per il team Mclaren
1 - Mclaren: 121 Punti
2 - Ferrari: 110 Punti
3 - Benetton: 71 Punti
4 - Williams: 57 Punti
5 - Tyrrell: 16 Punti
6 - Lola Larrousse: 11 Punti
7 - Leyton-House: 7 Punti
8 - Lotus: 3 Punti
9 - Arrows: 2 Punti
10 - Brabham: 2 Punti
11 - Onyx: 0 Punti
12 - Ligier: 0 Punti
13 - Osella: 0 Punti
14 - Life: 0 Punti
15 - EuroBrun: 0 Punti
16 - Scuderia Italia: 0 Punti
17 - Coloni-Ford: 0 Punti
18 - Coloni-Subaru: 0 Punti
19 - AGS: 0 Punti
20 - Minardi: 0 Punti