lunedì 1 maggio 2017

Albo d'oro F1: 1993

Il Campionato Mondiale di Formula 1 del 1993 fu nuovamente dominato dal mostro Williams-Renault, pilotata in questa stagione da Alain Prost (tornato in Formula 1 dopo un anno sabbatico) e da Damon Hill (figlio del leggendario Graham Hill, passato alla Williams sulla monoposto di Nigel Mansell, a cui dovette porre il numero 0 non potendo utilizzare la numerazione normalmente assegnata al Campione del Mondo dell'anno precedente). Ayrton Senna, deluso dal mancato arrivo alla corte di Sir Frank e inizialmente rimasto in Mclaren con un contratto a gettone da un milione di dollari a gara (poi convertito con estensione annuale una volta ottenuta la fornitura ufficiale dei motori Ford, che la casa costruttrice americana aveva inizialmente affidato alla sola Benetton), riuscì a contendere il trono del rientrante Professore nella prima parte della stagione prodigandosi in alcune imprese rimaste nel cuore dei tifosi. Ne è esempio il Gran Premio d'Europa, dove approfittando della pista viscida si involò al vertice del gruppo superando quattro vetture nel corso del primo giro e distanziando il suo rivale di un giro.

Donington, 1993. Senna rimonta quattro posizioni nel primo giro
e si porta al comando della gara davanti a Prost e Hill

Cresce la Benetton di Michael Schumacher e Riccardo Patrese (al suo ultimo anno nella massima formula automobilistica con il record di 256 GP disputati), stabilmente al podio e nuovamente vincente nel Gran Premio del Portogallo con il giovane pilota tedesco. Stagione anonima per la Scuderia Ferrari, rimasta a secco di successi vanificando le speranze di Jean Alesi e Gerhard Berger. Deludente anche l'annata di Michael Andretti, arrivato in Mclaren con la fama di dominatore del Campionato CART e puntualmente battuto sia in prova che in gara dal suo compagno di squadra. Il pilota americano, figlio della leggenda Mario, fu appiedato da Ron Dennis proprio nel giorno che gli consegnò il suo miglior risultato in F1, un terzo posto nel Gran Premio d'Italia. Al suo posto il manager inglese promosse la terza guida Mika Hakkinen, subito a podio in Giappone.
Esordirono in questa stagione anche Rubens Barrichello (che molti anni dopo batterà il record di longevità dell'italiano Patrese) e Eddie Irvine, coinvolti in un giro di valzer di piloti in casa Jordan (che alternò alla guida delle sue monoposto anche gli italiani Apicella, Naspetti e Capelli e il belga Boutsen). Buona la stagione di debutto del team Sauber, giunto sponsorizzato dalla Mercedes in Formula 1 dopo aver ottenuto una lunga serie di successi nelle competizioni a ruote coperte.


Campionato Piloti:


Alain Prost vince il suo quarto e ultimo titolo
1 - Alain Prost (Williams): 99 Punti
2 - Ayrton Senna (Mclaren): 73 Punti
3 - Damon Hill (Williams): 69 Punti
4 - Michael Schumacher (Benetton): 52 Punti
5 - Riccardo Patrese (Benetton): 20 Punti
6 - Jean Alesi (Ferrari): 16 Punti
7 - Martin Brundle (Ligier): 13 Punti
8 - Gerhard Berger (Ferrari): 12 Punti
9 - Johnny Herbert (Lotus): 11 Punti
10 - Mark Blundell (Ligier): 10 Punti
11 - Michael Andretti (Mclaren): 7 Punti
12 - Karl Wendlinger (Sauber): 7 Punti
13 - JJ Lehto (Sauber): 5 Punti
14 - Christian Fittipaldi (Minardi): 5 Punti
15 - Mika Hakkinen (Mclaren): 4 Punti
16 - Derek Warwick (Footwork): 4 Punti
17 - Philippe Alliot (Larrousse): 2 Punti
18 - Rubens Barrichello (Jordan): 2 Punti
19 - Fabrizio Barbazza (Minardi): 2 Punti
20 - Alex Zanardi (Lotus): 1 Punto
21 - Erik Comas (Larrousse): 1 Punto
22 - Eddie Irvine (Jordan): 1 Punto
23 - Pierluigi Martini (Minardi): 0 Punti
24 - Aguri Suzuki (Footwork): 0 Punti
25 - Luca Badoer (Lola): 0 Punti
26 - Thierry Boutsen (Jordan): 0 Punti
27 - Andrea De Cesaris (Tyrrell): 0 Punti
28 - Ukyo Katayama (Tyrrell): 0 Punti
29 - Michele Alboreto (Lola): 0 Punti
30 - Pedro Lamy (Lotus): 0 Punti
31 - Toshio Suzuki (Larrousse): 0 Punti
NC - Jean-Marc Gounon (Minardi): 0 Punti
NC - Ivan Capelli (Jordan): 0 Punti
NC - Marco Apicella (Jordan): 0 Punti
NC - Emanuele Naspetti (Jordan): 0 Punti


Campionato Costruttori:

1 - Williams: 168 Punti
2 - Mclaren: 84 Punti
3 - Benetton: 72 Punti
4 - Ferrari: 28 Punti
5 - Ligier: 23 Punti
6 - Lotus: 12 Punti
7 - Sauber: 12 Punti
8 - Minardi: 7 Punti
9 - Footwork: 4 Punti
10 - Larrousse: 3 Punti
11 - Jordan: 3 Punti
12 - Lola: 0 Punti
13 - Tyrrell: 0 Punti