giovedì 27 aprile 2017

Circuiti F1: Singapore Street Circuit

Storia


Il Singapore Street Circuit, anche denominato Marina Bay Street Circuit, è un circuito cittadino sito a Marina Bay, Singapore, sede del Gran Premio di Singapore di Formula 1.  Realizzato da Hermann Tilke (progettista di fiducia di Bernie Ecclestone), fu concepito per ospitare la prima gara notturna della storia della F1: per questo motivo la FIA affidò il progetto di costruzione dell'impianto di illuminazione del circuito alla ditta italiana Valerio Maioli Spa.
Il layout del tracciato ripercorre i punti di maggior attrazione della città di Singapore, partendo dal Republic Boulevard e attraversando la Nicoll Highway, la Stamford Road e il Ponte Benjamin Sheares. Nonostante questa suggestiva caratteristica, a pochi giorni dal suo debutto nella massima formula automobilistica (2008) fu ampiamente criticato dai piloti per una pavimentazione non troppo curata che avrebbe potuto danneggiare le sospensioni favorendo la possibilità di uscite di pista e per l'elevata umidità che metteva a dura prova la resistenza fisica.
La chicane Singapore Sling (2012)
In risposta a queste preoccupazioni, il delegato FIA Charlie Whiting ordinò delle modifiche ai cordoli della curva 10 prima delle prove del venerdì. Furono poi successivamente resi più bassi prima delle qualifiche.
Ulteriori accorgimenti furono adottati nell'entrata della pit lane, allungando la linea di guida all'ingresso per consentire ai piloti di diminuire la velocità in previsione di un rientro ai box.
Nel marzo 2009, tre curve del circuito hanno ricevuto una denominazione ufficiale derivata da un concorso indetto tra i tifosi locali: la curva 1 venne ribattezzata Sheares in onore di Benjamin Henry Sheares (secondo presidente di Singapore); la curva 7 è stata ridenominata Memorial vista la vicinanza al monumento che ricorda le vittime civili della seconda guerra mondiale; la curva 10 è chiamata ora Singapore Sling (rimossa nell'edizione 2013 per aumentare la velocità media sul giro).

Crashgate


L'incidente di Nelson Piquet Jr. nel GP di Singapore 2008
Nel 2008, anno della prima edizione del gran premio, Fernando Alonso vinse davanti a Nico Rosberg approfittando dell'ingresso della Safety Car (entrata in scena a causa di un incidente che coinvolse il compagno di squadra Nelson Piquet Jr.) che gli consentì di guadagnare il vertice della graduatoria nella prima parte della gara. Il licenziamento di Nelson Piquet Jr. dal team Renault e la contemporanea confessione del brasiliano in merito ad una combine architettata dal suo ex team manager Flavio Briatore alimentò i dubbi sulla legittimità di questa vittoria.
Il 30 agosto 2009, la FIA cominciò ad indagare sull'accaduto, convocando per il 21 settembre successivo alcuni esponenti della scuderia francese. La sentenza del Tribunale Internazionale della Federazione Automobilistica non mutò l'ordine d'arrivo, decidendo comunque di squalificare Flavio Briatore e Pat Symonds per la loro responsabilità in merito all'incidente di Piquet.
Il team manager italiano ricorse al Tribunal de grande instance di Parigi, ottenendo l'annullamento della sentenza del Tribunale Internazionale per procedimento non regolare da parte della FIA ed un rimborso di 15.000 €.
Il 12 aprile 2010 le due parti arrivarono ad un accordo definitivo, stabilendo la parziale colpevolezza di Briatore e Symonds in cambio della rinuncia da parte della Federazione a ricorrere ad ulteriori appelli. 


Nonostante l'inconveniente rappresentato dal Crashgate del 2008, la gara continuò ad avere luogo sul tracciato di Marina Bay, ospitando alcune delle edizioni più interessanti della F1 degli ultimi anni. Storico il successo di Fernando Alonso nell'edizione 2010, in cui l'asturiano della Scuderia Ferrari realizzò il suo primo Grand Chelem in carriera ottenendo pole, vittoria, giro più veloce e rimanendo in testa dal primo all'ultimo giro.
Nell'edizione 2015 il circuito asiatico vide di nuovo il trionfo di una rossa, guidata da Sebastian Vettel. Il pilota tedesco fu l'assoluto dominatore del weekend con pole position (la prima di una scuderia diversa dalla Mercedes dopo una striscia di ben 23 partenze al palo consecutive) e vittoria davanti alla Red Bull di Daniel Ricciardo e all'altra Ferrari di Kimi Raikkonen.

Descrizione Circuito


Pianta del Singapore Street Circuit
Così come ad InterlagosIstanbulAbu DhabiAustin e Yeongam, il Singapore Street Circuit viene percorso in senso antiorario. Il tracciato, lungo 5.065 metri, ricalca le strade più suggestive della città di Singapore, sulla base di un disegno molto tecnico che mette a dura prova l'abilità di guida dei piloti. L'area del paddock è collocata presso un'ampia zona sul Republic Boulevard dietro alla Singapore Flyer. Una bretella temporanea porta sotto il Ponte Benjamin Sheares verso Republic Boulevard girando poi su Raffles Boulevard. Si procede poi su Nicoll Highway, Stamford Road e Saint Andrew's Road attorno a Padang, passato il Municipio di Singapore.
La pista continua verso Anderson Bridge, passa il Fullerton Hotel per poi piegare a sinistra su Esplanade Drive dietro al Merlion Park. Raggiunge poi Raffles Avenue e taglia a destra dopo l'Esplanade sino al The Float at Marina Bay e ritorna verso la zona d'arrivo con un'altra bretella temporanea costruita nei pressi della Singapore Flyer. La pista presenta un tratto veramente unico tra le curve 18 e 19, passando sotto le tribune poste all'altezza della Floating Platform.

La tortuosità del circuito non ha consentito frequenti manovre di sorpasso: per questo motivo il layout venne ulteriormente modificato nel 2009 smussando le curve 1, 2 e 3 per permettere ai piloti di attaccare con più facilità. In vista dell'edizione 2010 venne modificato il disegno della chicane Sling con l'intento di migliorarne la traiettoria in uscita. Le curve 3, 7, 14 e 19 furono riasfaltate, mentre il paddock fu leggermente abbassato per evitare che le vetture soffrissero di sobbalzi.
Per l'edizione del 2013 la chicane 10, nota come Singapore Sling, è stata rimossa e sostituita da una semplice curva a sinistra per innalzare la velocità media sul giro. Per aumentare la sicurezza data la velocità più alta di uscita dalla curva sono state aggiunte barriere supplementari in uscita. Per l'edizione 2015 il tracciato ha subito delle leggere modifiche nel tratto compreso tra la curva 11 e la curva 13: la curva 11 è stata resa più stretta in modo da poter prendere la corsia sinistra di Fullerton Road, mentre la curva 12 è stata modificata cosicché le vetture possano inserirsi sul lato sinistro dell' Anderson Bridge; infine la curva 13 è stata allargata di un metro per favorire i sorpassi tra le monoposto.

Albo d'oro:


Fernando Alonso (2010)
2008 – Fernando Alonso (Renault)
2009 – Lewis Hamilton (Mclaren-Mercedes)
2010 – Fernando Alonso (Ferrari)
2011 – Sebastian Vettel (Red Bull-Renault)
2012 – Sebastian Vettel (Red Bull-Renault)
2013 – Sebastian Vettel (Red Bull-Renault)
2014 – Lewis Hamilton (Red Bull-Renault)
2015 – Sebastian Vettel (Ferrari)
2016 – Nico Rosberg (Mercedes)