lunedì 10 aprile 2017

Albo d'oro F1: 1978

La Brabham BT46 con il vistoso ventilatore nel retrotreno
Il 1978 è senza ombra di dubbio l'anno di Mario Andretti e Colin Chapman. Grazie alla Lotus 79, vettura dall'aerodinamica avveniristica che sfruttava in pieno il concetto di effetto suolo, il pilota italo-americano e il suo compagno di squadra Ronnie Peterson riuscirono a surclassare la concorrenza di Ferrari, Brabham e Tyrrell lasciando loro solo le briciole.
In molti provarono a copiare le soluzioni adottate dal team del genio Chapman, ma nessuno riuscì ad imitare le prestazioni del mostro nero-oro che conquistò agevolmente il titolo piloti e costruttori, eccezion fatta per la Brabham-Alfa Romeo di Niki Lauda nel Gran Premio di Svezia, dove la scuderia di Ecclestone riuscì a colmare il gap grazie all'inserimento di un ventilatore nel retrotreno della vettura. Questa soluzione, già testata e bandita nei Campionati Indy, venne vietata subito dopo la gara di Andertstorp.
L'annata però non ebbe le celebrazioni dovute per via del tragico incidente che causò la morte del veterano svedese Peterson sul circuito di Monza. Un momento purtroppo molto comune nel Circus di quegli anni, ma che lasciò un vuoto che non verrà più colmato nei tifosi.


Il terribile incidente che costò la vita a R.Peterson


Classifica Finale:



Andretti vince il suo primo titolo con la fenomenale Lotus 79
1 - Mario Andretti (Lotus): 64 Punti
2 - Ronnie Peterson (Lotus): 51 Punti
3 - Carlos Reutemann (Ferrari): 48 Punti
4 - Niki Lauda (Brabham): 44 Punti
5 - Patrick Depailler (Tyrrell): 34 Punti
6 - John Watson (Brabham): 25 Punti
7 - Jody Scheckter (Wolf): 24 Punti
8 - Jacques Laffitte (Ligier): 19 Punti
9 - Gilles Villeneuve (Ferrari): 17 Punti
10 - Emerson Fittipaldi (Fittipaldi): 17 Punti
11 - Alan Jones (Williams): 11 Punti
12 - Riccardo Patrese (Arrows): 11 Punti
13 - James Hunt (Mclaren): 8 Punti
14 - Patrick Tambay (Mclaren): 8 Punti
15 - Didier Pironi (Tyrrell): 7 Punti
16 - Clay Regazzoni (Shadow): 4 Punti
17 - Jean-Pierre Jabouille (Renault): 3 Punti
18 - Hans-Joachim Stuck (Shadow): 2 Punti
19 - Vittorio Brambilla (Surtees): 1 Punto
20 - Derek Daly (Hesketh/Ensign): 1 Punto
21 - Hector Rebaque (Rebaque): 1 Punto
22 - Brett Lunger (Mclaren/Ensign): 0 Punti
23 - Bruno Giacomelli (Mclaren): 0 Punti
24 - Jochen Mass (ATS): 0 Punti
25 - Jean-Pierre Jarier (ATS/Lotus): 0 Punti
26 - Renè Arnoux (Martini/Surtees): 0 Punti
27 - Rolf Stommelen (Arrows): 0 Punti
28 - Nelson Piquet (Ensign/Mclaren/Brabham): 0 Punti
29 - Keke Rosberg (Theodore/ATS): 0 Punti
30 - Rupert Keegan (Surtees): 0 Punti
31 - Harald Ertl (Ensign/ATS): 0 Punti
32 - Jacky Ickx (Ligier): 0 Punti
33 - Bobby Rahal (Wolf): 0 Punti
NC - Arturo Merzario (Merzario): 0 Punti
NC - Lamberto Leoni (Ensign): 0 Punti
NC - Danny Ongais (Ensign/Shadow): 0 Punti
NC - Michael Bleekemolen (ATS): 0 Punti
NC - Eddie Cheever (Theodore/Hesketh): 0 Punti
NC - Alberto Colombo (ATS/Merzario): 0 Punti
NC - Divina Galica (Hesketh): 0 Punti
NC - Beppe Gabbiani (Surtees): 0 Punti
NC - Emilio De Villota (Mclaren): 0 Punti
NC - Geoff Lees (Ensign): 0 Punti
NC - Tony Trimmer (Mclaren): 0 Punti
NC - Hans Binder (ATS): 0 Punti
NC - Gimax (Surtees): 0 Punti

Campionato Costruttori:


Ultimo titolo costruttori per il team Lotus dell'era Chapman
1 - Lotus: 86 Punti
2 - Ferrari: 58 Punti
3 - Brabham: 53 Punti
4 - Tyrrell: 38 Punti
5 - Wolf: 24 Punti
6 - Ligier: 19 Punti
7 - Fittipaldi: 17 Punti
8 - Mclaren: 15 Punti
9 - Williams: 11 Punti
10 - Arrows: 11 Punti
11 - Shadow: 6 Punti
12 - Renault: 3 Punti
13 - Surtees: 1 Punto
14 - Ensign: 1 Punto
15 - ATS: 0 Punti
16 - Martini: 0 Punti
17 - Theodore: 0 Punti
18 - Hesketh: 0 Punti