domenica 30 aprile 2017

Albo d'oro F1: 2002

Per il terzo anno consecutivo è la Scuderia Ferrari l'assoluta dominatrice del Campionato Mondiale di Formula 1, trionfando ancora una volta nel Mondiale Piloti con Michael Schumacher e nel Mondiale Costruttori grazie alle quindici vittorie su diciassette Gran Premi (11 per il Kaiser, 4 per Rubens Barrichello). E' tutto fin troppo facile per il team di Maranello, che manca l'appuntamento con il primo gradino del podio in Malesia e Monaco (su cui salgono rispettivamente Ralf Schumacher e David Coulthard). La squadra italiana si rende protagonista però di un episodio molto discusso nel Gran Premio d'Austria, dove Jean Todt impone un cambio di posizione tra Barrichello e Schumacher per permettere al pilota tedesco i punti necessari per allungare il suo vantaggio in classifica su Juan Pablo Montoya (Williams).

GP d'Austria: Schumacher vince tra i fischi


Kimi Raikkonen sostituisce il bi-Campione del Mondo Mika Hakkinen in Mclaren, ottenendo ben 4 podi nella sua prima stagione alla corte di Ron Dennis; al posto del finlandese il team Sauber ingaggia il brasiliano Felipe Massa. Debuttano in F1 anche il giapponese Takuma Sato (su Jordan) e Mark Webber, approdato grazie ad una raccolta fondi dei suoi fan in Minardi. Sorprendentemente il rookie australiano conquisterà due punti nella gara inaugurale di Melbourne tra l'entusiasmo del pubblico.
Prima stagione in F1 per la Toyota, che dopo un anno di test si affaccia alla massima formula automobilistica con l'esperto Mika Salo e lo scozzese Allan McNish. Dopo anni nell'oblio Alain Prost ritira la sua squadra in gravissime difficoltà finanziarie dopo aver ricevuto l'addio da alcuni importanti sponsor. Analogo destino per lo storico team Arrows, che saluta per sempre la compagnia dopo il Gran Premio di Francia. La Renault acquista la Benetton rientrando nel Circus come costruttore dopo diciassette anni.


Campionato Piloti:


Michael Schumacher raggiunge Juan Manuel Fangio
1 - Michael Schumacher (Ferrari): 144 Punti
2 - Rubens Barrichello (Ferrari): 77 Punti
3 - Juan Pablo Montoya (Williams): 50 Punti
4 - Ralf Schumacher (Williams): 42 Punti
5 - David Coulthard (Mclaren): 41 Punti
6 - Kimi Raikkonen (Mclaren): 24 Punti
7 - Jenson Button (Renault): 14 Punti
8 - Jarno Trulli (Renault): 9 Punti
9 - Eddie Irvine (Jaguar): 8 Punti
10 - Nick Heidfeld (Sauber): 7 Punti
11 - Giancarlo Fisichella (Jordan): 7 Punti
12 - Jacques Villeneuve (BAR): 4 Punti
13 - Felipe Massa (Sauber): 4 Punti
14 - Olivier Panis (BAR): 3 Punti
15 - Takuma Sato (Jordan): 2 Punti
16 - Mark Webber (Minardi): 2 Punti
17 - Mika Salo (Toyota): 2 Punti
18 - Heinz-Harald Frentzen (Arrows/Sauber): 2 Punti
19 - Allan McNish (Toyota): 0 Punti
20 - Alex Yoong (Minardi): 0 Punti
21 - Pedro de la Rosa (Jaguar): 0 Punti
22 - Enrique Bernoldi (Arrows): 0 Punti
NC - Anthony Davidson (Minardi): 0 Punti


Campionato Costruttori:

1 - Ferrari: 221 Punti
4° Titolo Consecutivo per la Ferrari
2 - Williams: 92 Punti
3 - Mclaren: 65 Punti
4 - Renault: 23 Punti
5 - Sauber: 11 Punti
6 - Jordan: 9 Punti
7 - Jaguar: 8 Punti
8 - BAR: 7 Punti
9 - Minardi: 2 Punti
10 - Toyota: 2 Punti
11 - Arrows: 2 Punti