martedì 11 aprile 2017

Albo d'oro F1: 1989

Il 1989 è l'anno della paziente, astuta e a tratti 'forzata' vendetta di Alain Prost ai danni di Ayrton Senna. Con un clima da guerriglia il duo Mclaren beneficiò di una vettura ancora nettamente superiore alla concorrenza per spartirsi vittorie su vittorie. Alla fine la spuntò il 'Professore', più costante del rivale brasiliano e più abile nel gestire il consumo di carburante, ma soprattutto abile nell'innescare l'incidente che avrebbe poi decretato la conclusione del Campionato a suo favore nel GP del Giappone. Spinto dai commissari Senna fu in grado di riprendere la pista e di vincere la gara, ma venne poi squalificato per aver tagliato la chicane in un punto pericoloso del circuito.

Suzuka, 1989 - Alain Prost vs Ayrton Senna (Onboard)

A spuntarla a Suzuka fu allora l'italiano Alessandro Nannini su Benetton, al suo primo (e unico) trionfo in F1. Riccardo Patrese conquistò un ottimo terzo posto in Campionato con una Williams-Renault in crescita costante, mentre l'irruento 'Leone' Mansell colse due splendide vittorie nella sua prima gara con la Ferrari in Brasile e in Ungheria, ma non fu mai in grado di impensierire la coppia Prost-Senna. Terrificante incidente per l'altro alfiere del Cavallino Gerhard Berger, salvato dal pronto intervento dei volontari della CEA posizionati a bordo della curva Tamburello del tracciato di Imola.

Campionato Piloti:


Prost vince il suo terzo titolo con il team Mclaren
1 - Alain Prost (Mclaren): 76 (81) Punti
2 - Ayrton Senna (Mclaren): 60 Punti
3 - Riccardo Patrese (Williams): 40 Punti
4 - Nigel Mansell (Ferrari): 38 Punti
5 - Thierry Boutsen (Williams): 37 Punti
6 - Alessandro Nannini (Benetton): 32 Punti
7 - Gerhard Berger (Ferrari): 21 Punti
8 - Nelson Piquet (Lotus): 12 Punti
9 - Jean Alesi (Tyrrell): 8 Punti
10 - Derek Warwick (Arrows): 7 Punti
11 - Eddie Cheever (Arrows): 6 Punti
12 - Stefan Johansson (Onyx): 6 Punti
13 - Michele Alboreto (Tyrrell/Larrousse): 6 Punti
14 - Johnny Herbert (Benetton/Tyrrell): 5 Punti
15 - Pierluigi Martini (Minardi): 5 Punti
16 - Mauricio Gugelmin (Leyton House): 4 Punti
17 - Andrea De Cesaris (Scuderia Italia): 4 Punti
18 - Stefano Modena (Brabham): 4 Punti
19 - Alex Caffi (Scuderia Italia): 4 Punti
20 - Martin Brundle (Brabham): 4 Punti
21 - Satoru Nakajima (Lotus): 3 Punti
22 - Christian Danner (Rial): 3 Punti
23 - Emanuele Pirro (Benetton): 2 Punti
24 - Renè Arnoux (Ligier): 2 Punti
25 - Jonathan Palmer (Tyrrell): 2 Punti
26 - Olivier Groulliard (Ligier): 1 Punto
27 - Gabriele Tarquini (AGS): 1 Punto
28 - Luis Perez Sala (Minardi): 1 Punto
29 - Philippe Alliot (Larrousse): 1 Punto
30 - Ivan Capelli (Leyton House): 0 Punti
31 - Eric Bernard (Larrousse): 0 Punti
32 - Bertrand Gachot (Onyx/Rial): 0 Punti
33 - Nicola Larini (Osella): 0 Punti
34 - Martin Donnelly (Arrows): 0 Punti
NC - Roberto Moreno (Coloni): 0 Punti
NC - Piercarlo Ghinzani (Osella): 0 Punti
NC - Aguri Suzuki (Zakspeed): 0 Punti
NC - Joachim Winkelhock (AGS): 0 Punti
NC - Oscar Larrauri (EuroBrun): 0 Punti
NC - Yannick Dalmas (AGS): 0 Punti
NC - Pierre Henri Raphanel (Coloni/Rial): 0 Punti
NC - Paolo Barilla (Minardi): 0 Punti
NC - JJ Lehto (Onyx): 0 Punti
NC - Gregor Foitek (EuroBrun/Rial): 0 Punti
NC - Volker Weidler (Rial): 0 Punti
NC - Bernd Schneider (Zakspeed): 0 Punti
NC - Enrico Bertaggia (Coloni):  0 Punti

Campionato Costruttori:


Ayrton Senna e Alain Prost nel GP di San Marino
1 - Mclaren: 141 Punti
2 - Williams: 77 Punti
3 - Ferrari: 59 Punti
4 - Benetton: 39 Punti
5 - Tyrrell: 16 Punti
6 - Lotus: 15 Punti
7 - Arrows: 13 Punti
8 - Scuderia Italia: 8 Punti
9 - Brabham: 8 Punti
10 - Minardi: 6 Punti
11 - Onyx: 6 Punti
12 - Leyton-House: 4 Punti
13 - Ligier: 3 Punti
14 - Rial: 3 Punti
15 - AGS: 1 Punto
16 - Lola Larrousse: 1 Punto
17 - EuroBrun: 0 Punti
18 - Osella: 0 Punti
19 - Zakspeed: 0 Punti
20 - Coloni: 0 Punti